Biostoria

dsc_0301

Drammaturga e regista, inizia il suo percorso teatrale con una trilogia di monologhi (“Lucifero”, “La Carogna” e “Camera ardente”) che indagano gli estremi dell’anima, attraverso creature ingombranti, strette tra deserto e piena, a dire la ferita e la fame smisurata di vivere. 

Questi testi, interpretati da Silvia Guidi al Teatro della Limonata di Sesto Fiorentino e scelti da Barbara Nativi per “Intercity Plays” (2000), raccolta di teatro contemporaneo internazionale, vengono poi pubblicati nel libro “La neve in cambio” (2002). 

2003, scrive “Non ricordo più”, diretto e interpretato da Silvia Guidi e Marco Vergani. 

2004, scrive “Blu carne”, monologo noir, interpretato da Silvia Guidi, trasposizione al femminile di Barbablù, rappresentato al teatro di Pontedera e inserito nella rassegna di “Fabbrica Europa”. 

2005, scrive “Salome’ ballerà” edita nel volume on line “Poesia e teatro, teatro di poesia” della rivista “l’Ulisse”.

2006, scrive “SK” (2006), diretto e interpretato da Marco Cavicchioli al ferragosto noir di Montichiello.

2008, scrive e dirige “Il balordo”, liberamente ispirato a “Un uomo perbene è difficile da trovare” di Flannery O’Connor, con Maria Serena Falagiani e Andrea Di Martino, al cimitero degli inglesi di Firenze 

2008, scrive e dirige “Teste di mulo – tre personaggi in punta di solitudine” con Sonia Coppoli presso La Citè, Firenze

2009, scrive “Inverno”, interpretato da Silvia Guidi, presso il Teatro della Limonaia.

2009, per la produzione di Zauber Teatro, scrive “La polvere nei sogni” liberamente ispirato a “L’Attentatrice” di Yasmina Khadra, con Cristiana Ionda, Marcello Sbigoli, Simone Rovida, Salvatore Urzì, replicato presso Villa Fabbricotti

2009, debutta all’Hotel Liana di Firenze “BYE BABY SUITE” monologo per camere d’albergo sulle ultime ore di Marilyn Monroe, interpretato da Alessia Innocenti e tuttora in tournée, preso in cartellone nei teatri da Catania a Venezia e nei maggiori festival (Zoom Festival, Avamposti, La Versiliana, Asti Teatro, Retrofilm Festival).

2010, debutta a Villa Fabbricotti “Tempestati” che porta alle estreme conseguenze il congedo dalle illusioni e la prospettiva metateatrale dell’ultima opera di Shakespeare. Spettacolo, di cui cura anche la regia, sul fare (e disfare) teatro, sulla dialettica tra ispirazione e vuoto di senso, sulla distanza da Dio e la nostra inguaribile necessità di sognarlo. 

2011, il ruolo registico la distacca dalla parola e sprigiona in lei fantasie grottesche che producono “Suicide Project”, interpretato da Elisa Gestri (2011, vincitore di una residenza al Duncan3 di Roma). 

2011, “Caliban’s Solo” interpretato da Simone Rovida vince il premio Premio Franco di Francescantonio. 

2012, scrive e dirige “Martha e Raymond”, con Sonia Coppoli e Antonio Branchi (replica al Teatro Comunale dell’Antella, all’Ex Fila e al Glue di Firenze), una commedia a tinte noir, si va all’inferno a passi di musical.

2015, vince il concorso “UNO festival” di Firenze con il monologo “Il Sig. Peri” che aveva già vinto il concorso “+Corto” nel 2014.

2015, scrive e dirige, per il progetto Cantiere Futurarte, “L’amore è una canzoncina” e “La passione di Leonarda Cianciulli”, interpretati da Sonia Coppoli.

2016, scrive e dirige “Il sig. Peri e gli altri condomini”, con Sonia Coppoli, presso il Teatro del Romito Firenze, attraverso i personaggi di un condominio la radiografia grottesca di una società alienante e della frammentazione di ognuno di noi.

2016 scrive e dirige “Picasso”, interpretato da Andrea Di Martino per Cantiere Futurarte Firenze.

2016, replica “la Polvere nei Sogni”, con presso il Magma Firenze

2016, scrive “Il Re Solo”, spettacolo su Luigi XIV, diretto e interpretato da Alessandro Riccio (Produzione Tedavi).

2015, “SENZA” scritto e diretto insieme a Laura Cioni, interpretato da Laura Cioni, monologo teatrale sulle ossessioni contemporanee per il cibo e per il corpo che alterna momenti di grande intensità drammaticità ed esilaranti picchi di comicità, replicato a La Spezia, Lecce, Firenze e Alessandria.

2016, “Polvere nei sogni” replica al Magma, con Giancarlo Giannini, Anastasia Ciullini, Henri Bartolini, Anna Serena e Salvatore Urzì.

2016, esce la pubblicazione di “Bye Baby Suite” con introduzione di Francesco Vassari, edizione Le Petite Plaisance

2016, scrive “IO SONO”, diretto e interpretato da Laura Cioni, un varietà di personaggi tragici, teneri, grotteschi messi a nudo dai propri desideri e paure, debutta a Lecce all’interno della rassegna internazionale Pe(n)sa Differente. Lo spettacolo vince il terzo posto in classifica al concorso nazionale “Autori nel cassetto, attori sul comò” promosso dal Teatro Lo Spazio di Roma.

2016, scrive “Alice”, monologo sul bullismo e cyber dedicato ai giovanissimi, replicato fino al 2020 nelle scuole medie e superiori.

2017, scrive “I CASI DI FREUD”, cinque monologhi sui casi più famosi di S. Freud, debutta all’interno del Piccolo Festival dei Casi di Freud di Firenze, replica nella rassegna di drammaturgia contemporanea (Te)nerezze all’Ex Fila di Firenze.

2017, scrive “Follie d’amore”, monologhi di amanti famosi a cui è negato l’oblio fra cui Frida, Picasso, Euridice. Lo spettacolo debutta a Lecce, all’interno della rassegna Pe(n)sa Differente, replica negli anni successivi in vari contesti a Firenze, Alessandria, Vercelli.

2018, pubblica i lavori dei suoi ultimi anni nel libro “Monologhi”, edizioni Titivillus.

2020, scrive “Love Lee”, liberamente ispirato alla storia di Aileen Wuornous. Spettacolo realizzato con la collaborazione del Consiglio Regionale della Toscana in occasione della festa della Toscana. Lo spettacolo ha debuttato alla Manifattura Tabacchi di Firenze.

2020, lo spettacolo I CASI DI FREUD, diretto e interpretato da Laura Cioni, viene replicato in cinque appuntamenti da novembre 2020 a marzo 2021 all’interno della rassegna online FREUD A TEATRO promossa dall’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

Dal 2007 conduce laboratori di teatro e scrittura collaborando con Silvia Guidi, Antonio Branchi, Alessandro Baldinotti, Laura Cioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...